Applicazioni Lumina

1) DUE FALDE REGOLARI

Per questa tipologia di copertura, molto diffusa, i pannelli di copertura Lattonedil vengono forniti della lunghezza della falda. La lunghezza viene stabilita considerando la posizione frontale rispetto al modello di canale utilizzato (disegno 1).
In generale il pannello viene applicato su una orditura in listelli di legno posizionati orizzontalmente. È importante la posizione del primo listello (a cui si aggancia l’aletta del canale) e dell’ultimo (posizionato a meno di 20 cm. dalla linea di colmo, in modo da consentire il fissaggio simultaneo di colmo sagomato pannello-listello) (disegno 2).
Le prescrizioni generali consigliano l’applicazione di gruppi di fissaggio su tutte le greche del pannello in corrispondenza di questi due appoggi. Si consiglia inoltre l’utilizzo dei profili Siluette per proteggere le testate dei pannelli dagli agenti atmosferici e garantire una più lunga durata alla copertura.

2) QUATTRO FALDE REGOLARI

Il sistema di ancoraggio di questo tipo di copertura è identico a quello a due falde ma in più si aggiunge l’operazione di taglio diagonale dei pannelli (eseguibile con un idoneo strumento di taglio). I pannelli vengono forniti tutti della misura corrispondente all’altezza massima della falda (disegno 3).
Ciascun pannello verrà poi tagliato diagonalmente secondo la linea di colmo ed il pezzo in eccesso verrà utilizzato per il lato opposto della falda successiva (disegno 4).
Con questo metodo si riduce al minimo lo sfrido di lavorazione. Si consiglia di eseguire i tagli diagonali non sulla copertura, ma a terra, per evitare di danneggiare i pannelli già posati. Le linee di colmo verranno poi rivestite con un colmo metallico apposito, non sagomato o da sagomare in opera, poichè la sagomatura varia a seconda della pendenza delle falde.

3) FALDE IRREGOLARI

Valgono sempre le indicazioni descritte per i due casi precedenti. La differenza consiste nella misura e nel metodo di posa dei pannelli: infatti, in presenza di falde irregolari a triangolo, si stabilirà una serie di misure dei pannelli a scalare, da tagliare diagonalmente (disegno 5).
Con questo metodo il pezzo in eccesso difficilmente potrà essere utilizzato per altre falde, ma verrà considerato sfrido. Anche in questo caso il colmo metallico di raccordo dovrà essere preparato appositamente. È buona norma generale ordinare almeno una o due lastre in più della lunghezza massima, in modo da avere una maggiore sicurezza di completare la copertura anche in caso di un errore durante il taglio in opera.

4) SOTTOTEGOLA

Grazie alle sue proprietà di isolante termico, il pannello di copertura trova impiego anche nei sistemi di copertura con laterizio, in particolare come elemento sottotegola. Per quanto riguarda il modello, si consiglia l’impiego di un pannello con supporto superiore in lamiera grecata e parte inferiore in cartonfeltro, da applicarsi direttamente sulla soletta. I metodi di posa consigliati sono due: posare i pannelli di copertura Lattonedil su cui fissare ortogonalmente una orditura di listelli in legno per l’ancoraggio delle tegole marsigliesi o portoghesi, oppure è possibile sfruttare il passo delle greche dell’Adria Roof per applicare su di esso direttamente i coppi tradizionali, secondo il sistema concavo-convesso. In questo caso è necessario aggiungere un pro lo metallico fermacoppo sulla partenza o comunque garantire un idoneo ancoraggio. Anche in questo caso è prescritto l’utilizzo del profilo Siluette.